Forza Italia Forza Italia

Territorio e Programmazione

Una nuova sintesi


Ridare unità ed operatività al governo del territorio ed all'utilizzo dei fondi statali e comunitari

Scopri di più...

Territorio e Programmazione:

Una nuova sintesi

Ridare unità ed operatività al governo del territorio ed all'utilizzo dei fondi statali e comunitari

Lunedì 11 marzo 2019 ore 15.00
Aula Consiglio Regionale del Piemonte – Via Alfieri 15, Torino

TAVOLE ROTONDE

Intervento di saluto di

Paolo ZANGRILLO

Coordinatore Regionale di Forza Italia

Introduzioni di

Andrea FLUTTERO

Presidente Gruppo Forza Italia

Diego SOZZANI

Responsabile Nazionale Forza Italia, Dipartimento LL.PP.

Con la partecipazione del Gruppo Consiliare di Forza Italia

Luca BONA, Franco GRAGLIA, Luca ROSSI, Andrea TRONZANO


NORMA E TERRITORIO

Un dialogo tra le due componenti dell'urbanistica: legali e urbanisti si incontrano per discutere di pianificazione e di governo del territorio piemontese

  • Gianni MARTINO
  • Andrea VANNER
  • Gian Carlo PAGLIA
  • Giorgio SANDRONE
  • Carlo Alberto BARBIERI
  • Riccardo BOCCHIO

TERRITORIO E ECONOMIA

Rilanciare il Piemonte:
decisioni tempestive e coordinate
per un nuovo sviluppo

  • Giuseppe BERTA
  • Mauro ZANGOLA
  • Beppe RUSSO
  • Paolo BALISTRERI
  • Attilio BASTIANINI
  • Alberta PASQUERO

Conclusioni di Livio DEZZANI , Urbanista

Appunti per il programma della XI Legislatura 2019/2024

IL PROGRAMMA

PER LA XI LEGISLATURA

1. I punti base del Programma Regionale 2019 per l’Urbanistica, il Territorio, la Programmazione
  • Costruire un dialogo franco e paritetico con lo Stato ed i suoi Ministeri
  • Ridare forza ed incisività alla struttura tecnica della Regione
  • Valorizzare il dialogo e la verifica con Province, Comuni, Associazioni, Professionisti
  • Un impegno forte e deciso: nessun fondo resti da spendere, massima assistenza a chi investe per il futuro del Piemonte
2. IL “PROGRAMMA DEI 100 GIORNI” (le prime cose da fare nella XI Legislatura)
  • Attivare il “punto di monitoraggio sull’attuazione dei fondi”
  • Aumentare il sostegno ai soggetti che attuano i “fondi”.
  • Le priorita’ per i “fondi”: i contratti di insediamento; incentivi al riuso

  • Rivedere i rapporti con stato e ministero beni ambientali.
  • Fermare il rischio del “rifacimento piani” obbligatorio
  • Rivedere il regolamento attuativo del PPR (bozza)
    (PPR approvazione in cr: 31.10.2017, basata su accordo con mibact del 14.03.2017)

  • Coordinare ed incentivare le azioni di copianificazione
    (gestione delle conferenze)

  • Rivedere e rendere operative le norme sul riuso: rivedere la lr 16/2018.
  • Risolvere il problema dei “rifiuti speciali da costruzione e demolizione”
  • Generalizzare le “provvidenze cinema”
    (art. 4 bis e 4 ter lr 17/2005, come introdotti dagli art. 34 e 35 della lr 16/2017)
  • Aggiornare le circolari “legge 106/2011”

  • Super onere: rivedere ed integrare nelle “esclusioni” la DGR n. 22-2974 del 29.02.2016, per tenere conto del mutato quadro legislativo e per favorire il riuso.

  • Riprendere la serie dei “pareri regionali”.
  • Rafforzare da subito la collaborazione con enti locali, professionisti, associazioni.
    (“consulta regionale per il territorio e l’edilizia”)

  • Portare chiarezza nella gestione del “regolamento edilizio tipo – RET”.
    (DCR RET: 1° approvazione in data 28.11.2017; rinvio al 4.11.2018 con DCR 21.06.2018)
3. I punti base del Programma Regionale 2019 per l’Urbanistica ed il Territorio

3 NO

  • NO ai “patti diseguali” (PPR e RET Nazionale) ricontrattare i rapporti con Governo e Ministeri, nel rispetto reciproco e senza sudditanze
  • NO al rifacimento generalizzato dei PRG,come conseguenza degli adeguamenti al PPR o al RET: l’alternativa sono dialogo e verifica con i Comuni, per rispettare le autonomie locali, per limitare costi e tempi
  • NO all’eccessivo ricorso a procedure di VAS/V. VAS, in presenza di piani urbanistici di modesta rilevanza sul territorio

6 SI

  • SI alla ricerca della “Nuova Autonomia” (art. 116 Costituzione), anche in tema di Territorio, soprattutto per favorire il riuso edilizio ed urbanistico
  • SI alla “buona pianificazione”, consentendo l’evoluzione dei piani e premiando la copianificazione
  • SI al riuso edilizio “come diritto” Il riuso del patrimonio edilizio, nel doveroso rispetto dei vincoli ambientali e monumentali, deve essere un diritto del cittadino, incentivato dalle leggi e dalle norme locali
  • SI ai “pareri regionali”, pietra angolare del dialogo con i Comuni, i Professionisti, le Associazioni
  • SI alla consultazione costante, con Enti Locali, Categorie e Professioni per avere norme condivise, giuste ed efficaci
  • SI a ricostruire la struttura tecnica regionale “Obiettivo Carlo Alberto”: tornare almeno alla struttura tecnica del 1850!!
4. I punti base del Programma Regionale 2019 per la Programmazione
Bilancio Regionale

Bilancio Regionale

Bilancio Regionale

Bilancio Regionale

Nell'economia piemontese la Regione inserisce fondi annui (Regione + Stato + Europa)

  • per una capacità teorica di spesa pari a circa 600 mil €
  • pari a circa il 3% degli investimenti totali del Piemonte

Attuazione programmazione UE e FSC

(impegni al 31.12.2018 e % di realizzazione su totale programma)

POR FEASR 2014/2020 euro 337,70 mln (31,30%)
POR FESR 2014/2020 euro 346,10 mln (35,83%)
POR FSE 2014/2020 euro 510,97 mln (58,58%)
PAR FSC 2007/2013 euro 649,59 (77,28%)

In sintesi:

  • l’utilizzo della spesa "di ieri" arriva oggi ai 3/4
  • l’utilizzo della spesa "di oggi" oscilla tra 1/3 e 1/2

Le quote per la "assitenza" nell'ambito dei fondi

un'opportunità da approfondire e meglio utilizzare

Fondi Valore (mil €) Fondi per la "Assistenza tecnica"
FSC 2007/2013 785 8,0 mil €
FSC 2014/2020 1.044
(371) *
FESR 2014/2020 483 19,3 mil € "incrementare efficacia ed efficienza"
FSE 2014/2020 872 34,7 mil €
FEASR 2014/2020 1.093 34,7 mil €
TOTALE 4.277 62 mil €
62 mil € / 7 anni = 9 mil €
62 mil € / 10 anni = 6,2 mil €
(*) Di 1.044 mil € la quota che transita nel bilancio regionale è pari a 371 mil €.
5. PROPOSTA DI LEGGE REGIONALE: “IL RIUSO EDILIZIO COME RAZIONALE SCELTA DI SVILUPPO”

Il Gruppo Consiliare di Forza Italia ha presentato per primo, in data 18 maggio 2018, una propria organica proposta per dotare il Piemonte di una norma – semplice, coraggiosa, efficace – destinata a favorire il riuso del patrimonio edilizio esistente.

Si è trattato della Proposta di Legge Regionale n. 298. La proposta è stata discussa, prevalentemente nella 2° Commissione Consiliare, ed ha purtroppo visto un accoglimento quasi nullo, da parte della Maggioranza; il voto della Maggioranza ha poi dato vita alla LR n. 16 del 4.10.2018.

Sono note le critiche del Gruppo Consiliare Forza Italia ai contenuti della LR 16/2018, soprattutto con riferimento alla sua inutile complessità.

Il Gruppo Consiliare Forza Italia ha comunque continuato la propria riflessione sul tema del riuso (a scala sia edilizia, sia urbanistica) , nell’obiettivo di dare vita – all’inizio della XI Legislatura – ad una norma ben più incisiva ed efficace dell’attuale LR 16/2018. Si presenta pertanto, di seguito, un testo evoluto del PdL n. 298, che si offre ad Amministratori e Tecnici per una riflessione anticipata, rispetto all’inizio della nuova Legislatura.

La Proposta di Legge n. 298/2018 è stata presentata dai seguenti Consiglieri, che ne seguono anche l’evoluzione e la discussione:

  • Andrea FLUTTERO (1° firmatario)
  • Andrea TRONZANO
  • Angelo Luca BONA
  • Francesco GRAGLIA
  • Luca ROSSI

IL DIBATTITO IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO:

MATERIALE DI DOCUMENTAZIONE

1. . IL DIBATTITO AL PARLAMENTO SUL “CONSUMO DI SUOLO”

DALLE PAGINE

DEI QUOTIDIANI

1. Dalla stampa quotidiana: spunti & riflessioni
Download Giornale Data Articolo
Corriere della Sera 21/10/2018 Torino è oramai senza bussola. Torino nel labirinto: il terziario arretra, i servizi non avanzano.
--- --- (Piattaforma portuale di Vado Ligure)
Il Sole 24 Ore 18/12/2018 Cinque progetti per cambiare il volto alle città del futuro
Corriere Torino 20/12/2018 Frena l'economia del Piemonte (3 pagine)
La Stampa 6/10/2017 Il declino silenzioso di Torino; ora la città si sente tradita
Corriere della Sera 24/12/2017 Il futuro di Torino nel segno di Lione
La Repubblica 7/10/2017 Una città in declino
Il Sole 24 Ore 2/1/2019 Manifattura: la locomotiva Emilia Romagna
La Stampa 2/12/2017 In Italia il mega resort è bloccato; in Francia via al progetto gemello.
Sette mesi per un capannone; così la burocrazia ostacola i piani di sviluppo delle imprese
La Stampa 6/2/2019 La logistica di Zust Ambrosetti si insedia nell'area ex Viberti
La Repubblica 5/12/2017 Il catalogo delle fabbriche da riaprire in Piemonte. Una mappa con 270 nomi.
La Repubblica 8/2/2019 Centri sociali, "squat", case occupate: la foto della città a rischio sgombero.
La Repubblica 23/2/2019 Strade, ferrovie, depuratori: 36 miliardi di opere bloccate
La Stampa 29/12/2017 Rotonda Maroncelli, il sottopasso non si farà
La Repubblica 23/2/2018 Berta:"in Piemonte troppe produzioni senza futuro"
Il Sole 24 Ore 5/4/2018 Le merci sui binari dell'Alta Velocità con il Frecciarossa
Corriere Torino 5/6/2018 Il ritorno di La Valle, manager della sanità. Vinse il concorso che aveva bandito.
Corriere Torino 5/6/2018 Fucksas si è dissociato perché non ha avuto la direzione artistica
Corriere della Sera 18/6/2018 La locomotiva con il fiatone
--- --- CIM S.p.A. Interporto di Novara
--- --- Alpine Corridors
Il Sole 24 Ore 21/9/2018 Emilia cuore dell'auto: sfida a Torino (vinta) nel segmento lusso
Corriere Torino 25/2/2019 Torino lontana dal potere
Corriere della Sera 25/2/2019 In Piemonte c'è già autonomia grazie ai fondi UE
Corriere della Sera 24/2/2019 La Via della Seta è più vicina, ultimi negoziati con Pechino
Corriere della Sera 25/2/2019 Fondi Ue: speso solo un miliardo su 43
Corriere della Sera 3/3/2019 FCA crea lavoro (negli USA)
Corriere della Sera 3/3/2019 E la fabbrica che inventò il diesel ora pensa all'ebike
Corriere della Sera 4/3/2019 Il M5S si ricordi dell'economia pesante
Corriere della Sera 6/3/2019 L'Italia sulla via della seta irrita Washington
La Stampa 9/3/2019 Nell'industria veneta devastata dalla crisi un capannone su dieci è abbandonato
La Stampa 9/3/2019 Infrastrutture, l'Italia dice sì alla Cina: "Entreremo a far parte della Via della Seta"
Il Sole 24 Ore 9/3/2019 Nuove locomotive per Mercitalia Rail
Corrire Torino 10/3/2019 La Tecnica del rinvio
Il Sole 24 Ore 10/3/2019 Il gioco dell'ocadegli appalti: 36 tappe e 7 anni per un cantiere
--- --- Il progetto (1908) per un tunnel di base Modane/Exilles di 22 Km (in previsione della nuova trazione elettrica, invece del vapore).